Campo Ippico Sanremo

Il Campo Ippico

Il Campo Ippico di Sanremo è il campo della nostra città dedicato all'equitazione sportiva e ricreativa. La Società Ippica di Sanremo, assieme al Circolo Golf degli Ulivi, è la più antica e prestigiosa istituzione sportiva della nostra città ed uno dei simboli dello sport nella Riviera dei Fiori.

Nel 1927 l'ingegnere Pietro Agosti divenne primo podestà di Sanremo: siamo nel ventennio fascista, e le cosiddette leggi fascistissime del '25-'26 istituirono la nuova carica del podestà, in cui confluivano tutti i poteri e le funzioni del Sindaco, della Giunta e del Consiglio Comunale. L'anno stesso l'ingegnere chiese ed ottenne dal Governo la licenza definitiva per il gioco d'azzardo del Casino di Sanremo e stabilì con il direttivo del Casinò che una parte dei proventi ottenuti dall'attività confluissero in un fondo comunale in favore della comunità sanremese, che sarebbe stato utilizzato per la realizzazione di opere di interesse pubblico nella nostra città. L'ingegner Agosti sfruttò quel denaro per mettere in pratica il più vasto programma di opere pubbliche che Sanremo conobbe: di quel progetto faceva parte anche la costruzione, concordata con la società concessionaria del Casinò, di un campo sportivo dedicato all'equitazione, al tiro a volo e ad eventuali altri sport, da ricavare su un terreno di proprietà comunale di circa 36.000 metri quadrati di superficie situato in regione Solaro.

Al concorso organizzato in occasione dell'inaugurazione del campo, avvenuta il 1° febbraio 1930, erano presenti numerose personalità di rilievo fra i quali cavalieri illustri, personaggi dell'alta società ligure, i rappresentanti di sei nazioni e persino il Re Vittorio Emanuele III in qualità di padrino della manifestazione. Nel 1933, lo stesso anno in cui venne fondata la prestigiosa Orchestra Sinfonica di Sanremo, venne terminata la realizzazione del Campo Ippico ad opera della ditta Odorico di Milano e della Giunta Comunale di Sanremo rappresentata dal podestà Giovanni Guidi.

Come avvenne in tutta la Riviera dei Fiori, anche il Campo Ippico uscì profondamente danneggiato dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e dopo la fine del conflitto le strutture vennero utilizzate come campo profughi per gli sfollati che fuggivano dalle zone distrutte dalla guerra.

Anni dopo il Comune si prese l'incarico di ristrutturare l'intero complesso sebbene nel 1980 abbia deciso di privare il Club dei locali della pista coperta al fine di adibirli ad una palestra di boxe e di arti marziali.

A dirigere e mantenere alto l'onore della Società Ippica Sanremo ci hanno pensato negli anni i due storici presidenti del Club, il professor Cavalli – nomen omen! - dal 1962 al 1987 e l'avvocato Vanni Zunino dal 1987 al 2003. Ma il prestigio che risiede nel Club deriva anche dalle personalità di rilievo internazionale che qua hanno gareggiato o semplicemente cavalcato in sella ai propri splendidi animali: parliamo ad esempio del Maresciallo Veronesi, proveniente dall'illustre Scuola di Cavalleria di Pinerolo, che è stato oltretutto per lungo tempo istruttore di equitazione alla scuola del Campo Ippico di Sanremo, dei colonnelli Raimondo e Piero D'Inzeo, i celeberrimi fratelli invincibili dell'equitazione italiana, vincitori di diverse medaglie alle olimpiadi e ai campionati mondiali, e del grande Graziano Mancinelli, ai tempi chiamato Il Cavaliere per antonomasia, campionissimo italiano degli anni '60 e '70.

La location in cui sorge il Campo Ippico, una zona pianeggiante a ridosso di una collina alle spalle di Sanremo, affacciata sullo splendido Mar Ligure, e la struttura del Centro, uno dei più completi in Europa per eleganza, serietà, comodità e comfort, fanno del Club Ippico Sanremo un posto più unico che raro.

All'entrata un grande viale alberato affiancato da palme porta al fabbricato principale, una struttura a due piani che ospita al pianterreno spazi ricreativi e al primo piano le tribune, capaci di ospitare più di 1500 persone, che si affacciano sul grande campo di gara principale in erba dell'estensione di 120 metri per 80. Al centro, un avancorpo centrale semicircolare ospita la tribuna reale fiancheggiata da altre due tribune riservate alle autorità e agli invitati di prestigio. Il tutto è coperto da una solida pensilina in cemento armato della profondità di oltre 15 metri.

Il campo principale viene usato unicamente durante i concorsi ed è circondato da una pista in sabbia per il galoppo e affiancato da uno spazio, anch'esso in sabbia, per l'addestramento. Dall'altra parte delle tribune si trova un altro ampio campo di pratica in sabbia utilizzato per gli allenamenti quotidiani ed il Centro ospita diverse altre strutture, fra le quali uno spazio indoor adoperato in caso di maltempo – un'eventualità che si presenta, comunque, raramente, grazie al clima rivierasco che regala spesso giornate soleggiate ideali per la pratica outdoor – spazi di relax e di pace, immersi nel verde, per i visitatori, il bar, il ristorante, gli spogliatoi, la segreteria ed i locali destinati all'uso comune.

Sono inoltre presenti 80 box per cavalli, ciascuno dell'area di 3 metri per 3 metri e mezzo, capaci di ospitare altrettanti esemplari, e pensati appositamente per il confort e la comodità degli animali. I box sono raggruppati in diversi padiglioni, ciascuno provvisto di una propria selleria dotata di un impianto termico progettato per mantenere costante la temperatura all'interno e permettere una conservazione ottimale dei materiali depositati.

Ippoterapia Sanremo

Insomma una struttura all'avanguardia, concepita per venire incontro non solo alle esigenze dei cavalieri professionisti, ma anche a quelle di coloro che magari si sono appena affacciati al mondo dell'ippica e a chi invece decide di praticare la magnifica disciplina dell'equitazione per hobby o con fini terapeutici.

Avete letto bene, terapeutici. La Società Ippica di Sanremo infatti esercita ormai da diversi anni la pratica dell'ippoterapia, un efficace metodo di cura utilizzato sin dall'antichità contro malattie e disturbi come insonnia, epilessia e forme di paralisi, purtroppo ufficialmente riconosciuto valido dalla scienza medica solamente dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, ma ora praticato con regolarità in almeno 30 paesi nel Mondo.

Una decina di ragazzi diversamente abili della classe dell'Istituto Aicardi di Sanremo, d'età compresa tra 15 e 22 anni, da molto tempo frequenta con continuità le sedute di ippoterapia organizzate dalla Società Ippica in collaborazione con gli istruttori specializzati FISE, con risultati decisamente soddisfacenti. Le attività terapeutiche vengono svolte solitamente nell'arco di un'ora e mezza circa, e prevedono semplici esercizi di ginnastica in sella alternati a trattamenti di cura basati sull'avvicinamento e sullo sviluppo di un rapporto di confidenza con l'animale.

Alle attività di terapia coordinate dalla Società Ippica di Sanremo si affiancano quelle dell'Associazione AMAPEI del Principato di Monaco, dedicate alla cura di disabili psichici di ogni età, gestite dallo psicologo Yann Ballestra, specializzato in ippoterapia. Lo psicologo accompagna nella struttura una volta alla settimana 6 persone dai 18 ai 54 anni affette da ritardi mentali per seguirli nel loro percorso di cura.

Il Club inoltre dispone di una Scuola Federale di Equitazione, approvata ed affiliata alla FISE (Federazione Italiana Sport Equestri) e guidata da istruttori professionisti qualificati e capaci. Della scuola fanno parte numerosi giovani cavalieri promettenti, ai quali la Società mette a disposizione un cospicuo numero di cavalli e di pony per i principianti e per i più piccoli. La scuola, aperta dal martedì alla domenica dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 18.30, offre peraltro una prima lezione gratuita a chi volesse provare senza impegno immediato la disciplina dell'equitazione.

Campo Ippico

Da questa scuola escono sempre cavalieri formati e pronti per la competizione. E' un onore per la società poter avere nella propria squadra agonistica di ippica nomi quali Rafael Amaral Rodrigues, Alessia Adené, Maddalena Valenzano Menada, Edoardo Biancheri, Giulia Alessi, Luis Antonio Neves e molti altri. A guidare questi atleti, oltretutto, c'è uno dei più grandi campioni brasiliani di equitazione degli ultimi anni, Luis Felipe De Azevedo, vincitore di due medaglie di bronzo alle Olimpiadi di Atlanta 1996 e Sidney 2000 nel salto a ostacoli in squadra, oltre che detentore di tante vittorie individuali in Grand Prix. Della squadra fanno anche parte suo figlio Luis Felipe de Azevedo Filho (si chiama esattamente come lui!) e sua figlia Celine S. De Azevedo.

Ogni anno questa squadra prende parte alle competizioni che si svolgono sul Campo Ippico di Sanremo. Almeno tre eventi fanno parte del calendario annuale: il primo ha luogo a giugno, ed è il Concorso di Salti Internazionale (CSI) una stella; a luglio si svolge invece il Concorso di Salto Nazionale A quattro stelle, prestigiosa gara alla quale prendono parte importanti e rinomati cavalieri italiani accompagnati da uno stuolo di fan e di appassionati di questo sport.

Ma l'evento più importante ed atteso è di sicuro il Concorso Internazionale di Salti una stella denominato Derby dei Fiori, capace di attirare oltre 4000 persone al Centro Ippico di Sanremo durante il lungo week end di metà ottobre nel quale si svolge. I nostri cavalieri italiani, in questa occasione, sfidano grandi campioni provenienti da Svizzera, Francia, Svezia, Austria, Belgio, Germania, Brasile e molti altri paesi del Mondo. L'evento, riportato in vita nel 2006 grazie all'impegno della presidentessa del Circolo Maria Grazia Valenzano Menada dopo alcune edizioni disputate negli anni '80, vede sfidarsi oltre 250 cavalli e 150 cavalieri nel meraviglioso campo in erba del Circolo. L'evento sta gradualmente attirando l'interesse dei media e delle piattaforme televisive ed ogni anno la manifestazione viene trasmessa sul Canale 221 di SKY dalle telecamere di Class Horse TV.

Oltre a queste competizioni, il Club organizza (ed ha organizzato) altri importanti eventi al di fuori del calendario fisso. Il veloce e grande sviluppo subito dal Club nel corso degli anni '80 ha infatti spinto gli organizzatori del Campionato Europeo Young Riders a svolgere qui al Campo Ippico di Sanremo l'edizione del 1992.

Società Ippica Sanremo

Indirizzo: Strada Solaro 127, Sanremo (IM)

Sito ufficiale: http://www.societaippicasanremo.it/

Telefono: +39 0184660770

INFO SANREMO