Statua della Primavera

La Passeggiata dell'Imperatrice

Chi viene a visitare Sanremo non può fare a meno di passeggiare almeno una volta sulla lunga Passeggiata dell'Imperatrice e godere della splendida vista delle spiagge e del filare delle sue palme.

Deve il suo nome al fatto che l'allora imperatrice di Russia Maria Alexandrovna, nel 1874, dopo un lungo e piacevole soggiorno a Sanremo, donò al Comune una considerevole somma per adornare il corso di ponente con una serie di palme.

La fortuna turistica di Sanremo nasce proprio verso la metà dell'8oo, quando diventa luogo di villeggiatura di prestigio, in concorrenza con le allora già famose città francesi della costa, per il clima particolarmente mite e la bellezza del paesaggio naturale.

Un libro del medico sanremese Panizzi, tradotto e poi diffuso in Inghilterra dallo scrittore risorgimentale Giovanni Ruffini, che decantava gli effetti straordinari del clima sanremese sulle malattie del tempo, aveva fatto giungere molti ospiti inglesi che restavano però stupiti della carenza di strutture urbane e della povertà delle locande, infatti non esistevano alberghi a Sanremo.

A favorire lo sviluppo turistico fu determinante la costruzione della ferrovia che rese più facile raggiungere la città e produsse anche l'espansione della città, tra cui la nascita della passeggiata che la municipalità di allora volle poi intitolare all'imperatrice, e numerosi alberghi.

L'azione, inoltre, di promozione, attuata dalla contessa Adele Roverizio di Roccasterone fece giungere a Sanremo proprio l'imperatrice di Russia e un suo notevole seguito, tra cui il grande scrittore Lev Tolstoj che ricorda il suo soggiorno a Sanremo in alcune lettere. Di due anni più tardi è il soggiorno del grande compositore Čajkovskij, che in realtà pur non amando il caldo di Sanremo, ne otteneva giovamento e aveva imparato ad apprezzare la bellezza della sua natura.

Passeggiata Imperatrice

Nata dalla costruzione della ferrovia, purtroppo concepita a mare, la passeggiata dell'Imperatrice giunge al suo aspetto definitivo nel 1904.

Oggi la si raggiunge, per chi proviene dal centrale Corso Matteotti, costeggiando il lato frontale del Casinò Municipale di Sanremo per giungere proprio dove sorge la Chiesa Russa e la vecchia stazione ferroviaria.

La passeggiata, una delle più prestigiose della riviera, si distende verso ponente, affacciata sulle spiagge, costeggiando con il suo filare di palme maestose, il corso Imperatrice, che sul lato opposto vede la presenza degli splendidi giardini “Franco Alfano”, oggi in ristrutturazione, e di numerosi e famosi alberghi come l'Albergo Royal e l'Hotel Lolli Palace, in splendido stile liberty.

Al fondo della passeggiata Imperatrice sorge un piccolo giardino arricchito da due celebri sculture: la prima è la statua della “Primavera” oggi simbolo della città, opera dello scultore Vincenzo Pasquali; la seconda è il monumento a Giuseppe Garibaldi, rappresentato con lo sguardo rivolto al mare, su un alto piedistallo ornato da rilievi di bronzo, inaugurata il 26 aprile del 1908.

INFO SANREMO